< Back to the Blog

in Uncategorized by | no comments

Buddha è nato a Kapila: lo Zen di Shakyamuni

[..]”Buddha Shakyamuni è nato come tutti noi su questa terra, non viene da nessuna sfera extraterrestre e non è la reincarnazione di nessuno.

Shakyamuni è un uomo come tutti gli altri, non è Figlio di Dio né si proclama tale, anzi per tutta la vita evita accuratamente che la sua persona diventi oggetto di culto. Per lungo tempo dopo la sua morte rimase il divieto di raffigurarlo in qualsiasi modo, proprio per evitare che si cadesse nell’adorazione invece che percorrere la Via che aveva indicato, che si adorasse il dito anziché la luna.

Ma con il passare dei secoli alcune sfortunate persone cominciarono ad attaccarsi alle sue parole, a dare importanza più al personaggio Buddha che ai suoi insegnamenti. Comparvero allora le impronte dei piedi di Buddha, come segno del suo passaggio sulla terra, e cominciarono le prime raffigurazioni del volto, della testa e di tutto il corpo. La fantasia umana diede libero sfogo all’immaginazione e il Buddha divenne magro, alto, grasso, emaciato, disteso, con la pancia, senza pancia eccetera.

Se da una parte l’arte dell’espressione del sentimento umano è liberatoria e non può che essere incoraggiata, dall’altra c’è il rischio che si finisca con lo scambiare il dito con la luna. Così la raffigurazione del Buddha di certo contribuì a far sì che il Buddha stesso, come Illuminato, divenisse oggetto di culto e di preghiera, ma allontanò in alcune scuole buddhiste dalla Via del Buddha e favorì chi, ancora una volta, era pronto a usare il sovrannaturale, il divino per abusare della debolezza e dell’ignoranza dell’uomo.

Buddha è nato a Kapila, Buddha è nato come te, sei tu, non c’è nessuna rivelazione nessun annuncio divino perchè è un frutto del tutto naturale. [..]

[…]Ecco perchè a un certo punto della storia un praticante della Via del Buddha ritornò all’essenza degli insegnamenti del Buddha.[…]”

Fonte: C.T.S. Vivere Zen edizioni Xenia

Add a comment to this post